Miscellanea

-A +A
  • Sicurezza stradale: 22 marzo 2017, nuovo telelaser che filma fino a 1,2 km

    Si chiama Trucam il nuovo sistema per il controllo della velocità sulla strada che a breve sarà adottato dalla Polizia stradale in tutta Italia, già in sperimentazione nel Lazio e in Sardegna.
    Il Trucam sembra un normale telelaser, di quelli già in uso sulle strade, ma in realtà è dotato di un sofisticato "occhio elettronico", una telecamera che filma il veicolo che sta commettendo l’infrazione di velocità per poi archiviare su un hard disk. L'alta definizione permette di registrare le velocità a 0 a 320 km orari.
    Trucam acquisisce dati del veicolo (assicurazione e revisione), velocità e geolocalizzazione del veicolo attraverso il Gps; arriva a registrare se conducente e passeggeri indossano le cinture di sicurezza e se il guidatore utilizza cellulare, tablet o altri elementi di distrazione. Il nuovo sistema funziona anche di notte in condizioni climatiche difficili: grazie a un flash a infrarossi può fare riprese anche in assenza di luce, mentre anche in caso di neve, pioggia o nebbia è perfettamente operativo.

  • Imprese: convegno "Cultura d'Impresa e Impegno Sociale", alla Camera di commercio di Milano il 17 novembre 2016

    Per il ciclo "Creare valore con la cultura" promosso dallo Sportello per le sponsorizzazioni culturali, la Camera di commercio di Milano organizza l'incontro "Cultura d'Impresa e Impegno Sociale", in collaborazione con la Fondazione Pubblicità Progresso, inserito nel palinsesto del Festival della comunicazione sociale.
    Tra i temi trattati si segnalano: impresa sociale e riforma del Terzo settore, finanza etica, comunicazione sociale. Al termine dell'incontro, inaugurazione della mostra "Environmental Adv to change behaviors".
    Giovedì 17 novembre 2016, ore 10-12, Palazzo Turati, Sala Consiglio, via Meravigli 9/b, Milano.
    Per iscriversi e scaricare il programma cliccare qui

  • Sicurezza: 17 novembre 2016, 6a Giornata regionale della sicurezza stradale per la Lombardia

    Il Centro regionale di governo e monitoraggio della sicurezza stradale (CMR) di Regione Lombardia - Direzione generale Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, in collaborazione con Éupolis Lombardia, organizza la 6a Giornata regionale della sicurezza stradale per il giovedì 17 novembre 2016, con eventi che si svolgono presso la sala Convegni di Palazzo Sistema, via T. Taramelli, 26, Milano.
    Tema di questa edizione: "La distrazione: una disattenzione che può costare la vita".
    Per partecipare, gratuitamente, alla giornata occorre registrarsi online.
    Per saperne di più e per iscriversi, cliccare qui

  • Sicurezza stradale: 4 novembre 2016, il guard rail più innovativo è coreano

    Strade più sicure anche grazie ai guard rail? ETI Roller System CE H1, l'innovativo guard rail realizzato dalla società sudcoreana Eti Korea sembra garantire questo obiettivo. Si tratta di una barriera di contenimento che assorbe lo schianto grazie a dei tamburi rotanti di plastica che riescono a riportare l'auto in carreggiata e che, essendo indipendenti, possono essere riparati o sostituiti senza costosi interventi. Il costo oscilla tra i 300 e i 400 dollari al metro.
    Il nuovo guard rail è anche rivestito con materiale riflettente che lo rende estremamente visibile in ogni condizione di luce ed è già stato installato su strade pericolose in Corea e sta per essere installato anche in Malesia, nonché valutato dalle autorità europee.

  • Corruzione: 20 ottobre 2016, disponibile il toolkit di Assolombarda per valutare il livello di protezione aziendale

    Assolombarda ha messo a punto un toolkit che consente alle imprese di fare una autodiagnosi del livello di protezione della propria impresa rispetto al rischio di corruzione e, se necessario, di adottare le misure per prevenirla o eliminarla.
    Il manuale individua le aree a rischio in ciascuna delle funzioni aziendali: amministrazione e finanza; acquisti, appalti e subappalti; rapporti con enti pubblici e pubbliche relazioni; gestione delle risorse umane; sviluppo del business; assetto proprietario/struttura societaria; vendite e distribuzione; smaltimento rifiuti; produzione, gestione operativa e logistica; infine, sistemi informativi.
    L'iniziativa di Assolombarda deriva dalla presa di coscienza della scarsa conoscenza del fenomeno dell'infiltrazione mafiosa che, in ambito aziendale, si discosta molto dall'immaginario collettivo di una mafia fatta di regolamenti di conti e fatti cruenti. Si parla piuttosto di gestione delle suddette attività secondo modalità illegali, pur se sapientemente occultate, di cui non tutti gli anelli dei meccanismi decisionali e operativi delle imprese riescono facilmente a rendersi conto. Oltretutto, spiega Antonio Calabrò, vicepresidente di Assolombarda con delega alla legalità e alla responsabilità d'impresa - oggi si registra un'allarmante presenza di mafia e 'ndrangheta in settori nuovi come quello delle farmacie.
    Il toolkit, disponibile online, è il frutto di 500 incontri con gli associati e di oltre due anni di lavoro, cui hanno contribuito la Fondazione ISTUD e il Centro di studi "Federico Stella" sulla giustizia penale e la politica criminale dell'Università cattolica del Sacro cuore di Milano, in collaborazione con ALDAI (Associazione lombarda dirigenti aziende industriali), Fondirigenti e con il supporto di AIIA (Associazione italiana internal auditors).
    Gli iscritti ad Assolombarda possono inoltre rivolgersi al personale di uno sportello interno, con cui stabilire un rapporto fiduciario che consente di delineare totalmente la reale situazione in cui si trova l'impresa.

  • Biogas: Regione Lombardia, disponibili le slide del laboratorio "Biometano: il punto su regole, filiera, barriere" del 13 ottobre 2016

    Regione Lombardia mette a disposizione le slide del laboratorio tenutosi il 13 ottobre 2016 a Palazzo Lombardia "Biometano: il punto su regole, filiera, barriere", nel quale è stato presentato lo studio sulle condizioni incentivanti agli impianti di produzione di biometano promosso e coordinato dalla Regione.
    Riferimento normativo degli incentivi è il decreto del ministero dello Sviluppo economico del 5 dicembre 2013.

  • Trasporti: 27 ottobre 2016, Italia 17esima nella classifica UE sulla qualità dei trasporti

    Il 27 ottobre 2016 la Commissione dell'Unione europea ha pubblicato il "Quadro di valutazione dei trasporti 2016" (in inglese), un documento che presenta i risultati dell'analisi condotta sui sistemi di trasporto degli Stati membri prendendo in considerazione parametri quali: numero e qualità delle infrastrutture, livello di emissioni di gas a effetto serra in atmosfera, entità e scorrevolezza del traffico, soddisfazione dei consumatori, numero di incidenti.
    Nel complesso, l'Italia risulta 17esima in classifica, preceduta da Olanda, Svezia, Germania, Austria, Danimarca, Finlandia, Ungheria, Regno Unito, Estonia, Francia, Slovacchia, Irlanda, Repubblica Ceca, Spagna, Lettonia, Cipro. Tra i punti critici dell'Italia si annoverano: i servizi aerei, la quota di energie rinnovabili nel settore, il numero di centri di ricarica delle batterie delle auto elettriche gli ingorghi stradali e di conseguenza il tempo passato alla guida, mediamente più alto che negli altri Paesi UE.
    Rilevate anche diverse cause aperte davanti alla Corte di giustizia per quanto riguarda le procedure.
    La situazione è comunque in miglioramento per quanto riguarda il traffico aereo e la sostenibilità.

  • Sicurezza stradale: 3 ottobre 2016, rapporto OCSE sulla sicurezza delle strade europee

    Il 3 ottobre 2016 l'OCSE, Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, in collaborazione con l'ITF, Forum internazionale dei trasporti, ha presentato il rapporto "Zero Road Deaths and Serious Injuries: Leading a Paradigm Shift to a Safe System" ("Zero incidenti stradali mortali e gravi: portare a un cambiamento di paradigma per un sistema sicuro", disponibile in inglese), realizzato da più di 30 esperti di sicurezza stradale, provenienti da 24 Paesi, per sensibilizzare e guidare legislatori e cittadini verso tale obiettivo.
    Il documento individua a tal proposito 10 punti-chiave:

    • pensare a strade sicure, non "più sicure";
    • attuare una solida e sostenuta leadershhip per operare il cambiamento di paradigma;
    • stimolare un senso di urgenza per guidare il cambiamento;
    • sostenere gli obiettivi di massima con concreti traguardi operativi;
    • affermare il principio della responsabilità condivisa nella sicurezza stradale;
    • adottare un metodo di lavoro orientato ai risultati tra i soggetti coinvolti nella sicurezza stradale;
    • bilanciare il ruolo degli attori della sicurezza stradale in modo da compensare eventuali fallimenti di una parte con l'intervento di un'altra parte per prevenire danni gravi;
    • ricorrere al sistema sicuro per rendere il traffico urbano sicuro per i soggetti più esposti a pericoli;
    • costruire specifiche competenze sui sistemi sicuri nei Paesi a basso e medio reddito per aumentare la sicurezza stradale nelle parti del mondo a rapida motorizzazione;
    • promuovere la ricerca, raccolta e analisi dei dati su traffico stradale quali parti integranti di un sistema sicuro.
  • Rifiuti: dal 19 al 27 novembre la Settimana europea per la riduzione dei rifiuti 2016, progetti entro il 4 novembre 2016

    L'ottava edizione della Settimana europea per la riduzione dei rifiuti (SERR) si svolge dal 19 al 27 novembre 2016 sul tema della riduzione dell'impatto degli imballaggi sull'ambiente e il loro riuso e riciclo corretto.
    Durante la Settimana molte sono le previste iniziative di sensibilizzazione sulla sostenibilità e sulla corretta gestione dei rifiuti in tutta Europa, con la partecipazione di enti pubblici, imprese, associazioni e cittadini.
    Per proporre iniziative occorre iscriversi collegandosi al sito http://www.ewwr.eu/it entro il 4 novembre 2016.

  • Trasporti: 28 ottobre 2016, annullata dal TAR l'aggiudicazione della gara sul TPL della Toscana

    Il TAR della Toscana ha annullato l'aggiudicazione della gara per l'assegnazione del trasporto pubblico (TPL) su gomma in tutta la Toscana, che era stata vinta da Autolinee Toscane, facenti capo alla multinazionale francese RATP.
    Svolta quindi nel contenzioso aperto tra RATP e il consorzio Mobit, che riunisce le ditte toscane del TPL dominate da Busitalia, società delle Ferrovie dello Stato, e nella gara, che è da rifare, mentre il bando resta aperto. È possibile che la Regione ricorra a una procedura negoziata. Il presidente di Regione Toscana ha infatti dichiarato di essere in procinto di richiedere ai due concorrenti di formulare nuovi piani finanziari di sostenibilità sui quali compiere una nuova valutazione.
    La decisione del TAR sembra essere dipesa dall'annullamento dei piani finanziari presentato dai due ricorrenti.

Pagine