Lavoro e ambiente

-A +A
  • Energia solare: WWF, nuovo rapporto

    Collateralmente al World Future Energy Summit di Abu Dhabi, il WWF (World Wildlife Fund) ha pubblicato il suo ultimo rapporto "Solar PV Atlas: l'energia solare in armonia con la natura". Nel lavoro emerge che, da solo, il solare fotovoltaico potrebbe soddisfare la domanda mondiale di energia per il 2050, anche se si occupasse meno dell'1% della superficie totale del globo. Per il rapporto il WWF ha collaborato con First Solar, 3tier e Fresh Generation, prendendo in considerazione i casi di sette paesi e una regione e dimostrando che, se ben pianificata, è compatibile con gli obiettivi di conservazione ambientale e le necessità demografiche e consente di ridurre sensibilmente le emissioni di gas a effetto serra e di metalli pesanti.

  • Energie pulite: Peter Dearman, avremo energia dall'azoto liquido

    61 anni, definito dai suoi figli un "inventore pazzo", lo scienziato britannico Peter Dearman sostiene che edifici e mezzi di trasporto potranno essere alimentati da energia prodotta dall'azoto liquido estratto dall'aria atmosferica. Lo stesso Dearman definisce semplice il meccanismo: essendo più freddo del ghiaccio, a contatto con l'aria più calda l'azoto liquido vaporizza immediatamente, espandendosi fino al punto di poter azionare un pistone in un cilindro. La reazione può essere incrementata mantenendo calda l'aria liquida e mescolandola con un liquido scambiatore di calore anticongelante.
    Dearman ha costruito un prototipo di motore con un serbatoio ricavato da un barile di birra e...ha funzionato!

  • Energia eolica: Global Wind Energy Council, la produzione cresce ancora

    Secondo i dati del GWEC, Global Wind Energy Council, il trend di crescita della produzione di energia eolica ha rispettato le previsioni fatte dall’ente: 500 TWh di energia prodotta nel 2012, pari al consumo di 450 milioni di abitanti, e più di 270 GW di potenza installata, ossia un trend rallentato, ma ancora considerevole.

  • Appalti pubblici: 24 gennaio 2013, approvata guida sul criterio dell’offerta più vantaggiosa e sugli studi di fattibilità

    Il 24 gennaio 2013 la Conferenza delle regioni e delle province autonome ha approvato la "Guida operativa per l'utilizzo del criterio di aggiudicazione dell'offerta economicamente più vantaggiosa negli appalti di lavori pubblici di sola esecuzione" e le "Linee guida per la redazione di studi di fattibilità", entrambe redatte nell'ambito di ITACA , il gruppo di lavoro interregionale contratti pubblici, con la collaborazione dei rappresentanti di istituzioni pubbliche, ordini professionali, imprese e sindacati.
    I due lavori si prefiggono di agevolare concretamente il lavoro dei tecnici delle stazioni appaltanti, che si muovono in un quadro normativo sempre più complesso, e di rendere più efficiente e meno oneroso il sistema della contrattualistica pubblica.
    Clicca qui per maggiori informazioni e per scaricare la guida

  • Infortuni: Cassazione, datore di lavoro non responsabile per manovre

    Con la sentenza n. 20597 del 22 novembre 2012 (u. p. 27 settembre 2012), la sezione Lavoro della Cassazione civile ha totalmente escluso la responsabilità del datore di lavoro per l'infortunio occorso a un lavoratore normalmente esperto causato da una sua manovra estremamente pericolosa e non necessaria al fine di svolgere il compito assegnatogli.

  • Illuminazione pubblica: 24 gennaio 2013, ANCI presenta le "Linee guida" per risparmiare

    Ancitel Energia & Ambiente ha pubblicato le "Linee Guida per la predisposizione di Capitolati Tecnici comunali finalizzati a promuovere la fornitura di energia elettrica, l'esercizio e la manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti pubblici, le opere di adeguamento normativo e di riqualificazione tecnologica degli impianti stessi". Il documento, rivolto ai comuni, vuole offrire indicazioni utili sul risparmio e l'efficienza energetica dei sistemi di illuminazione pubblica e in particolare sull'esecuzione di un audit energetico e una comparazione tra le tecnologie disponibili sul mercato per la riduzione dei consumi in termini di  spesa e delle emissioni di CO2.
    Scarica le Linee guida

  • Rimborsi chilometrici: ACI, pubblicate le tabelle 2013

    Le tabelle ACI sui costi chilometrici di esercizio di autovetture, motocicli e ciclomotori ai fini dell'individuazione del reddito in natura convenzionale dei vincoli aziendali concessi ai dipendenti (e collaboratori coordinati) ad uso promiscuo sono state pubblicate dall'Agenzia delle Entrate sul supplemento ordinario n. 211 alla Gazzetta Ufficiale n. 297 del 21 dicembre 2011.
    Il valore annuale del fringe benefit da assoggettare a tassazione e contribuzione previdenziale e assistenziale calcolato dall'ACI, premi INAIL compresi, avrà valore per tutto il 2013.
    Consulta le tabelle ACI

  • Servizi: Regione Lombardia, al via dal 24 gennaio 2013 manifestazione d'interesse per elenco fornitori

    Regione Lombardia ha istituito un elenco di fornitori di servizi per la realizzazione di piani di rilancio delle piccole e medie imprese, in accordo con l'Asse 1 POR FESR - Linea di intervento 1.1.2.1 "Sostegno alla crescita della capacità competitiva delle imprese lombarde" - AZIONE E "Piani di rilancio aziendale" del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR).
    La manifestazione di interesse deve essere presentata esclusivamente tramite il Sistema informativo della programmazione comunitaria 2007-2013 "Finanziamenti On Line", raggiungibile dall'indirizzo web: https://gefo.servizirl.it/fesr/.
    Possono presentarla professionisti e società di persone o di capitali che abbiano esperienze documentate nella redazione di piani attestati e/o accordi di ristrutturazione e/o concordati con continuità di cui al regio decreto 16 marzo 1942, n. 267 e successive modificazioni, e che siano in possesso dei requisiti previsti dal punto 4 della Manifestazione di interesse.
    Informazioni utili per la registrazione e profilazione dei partecipanti si trovano a questo indirizzo: https://gefo.servizirl.it/contesti/default/doc/help.htm.

  • Appalti: gennaio 2013, condominio e privati esclusi dalla responsabilità solidale

    In risposta a un interpello presentato lo scorso dicembre, la Direzione regionale dell'Emilia Romagna dell'Agenzia delle Entrate ha specificato che la responsabilità solidale nei contratti d'appalto e subappalto per il versamento delle ritenute fiscali sui redditi di lavoro dipendente e dell'IVA si può applicare solamente ai soggetti che svolgono attività rilevanti ai fini dell'IVA e in ogni caso ai soggetti IRES. Ne risulta quindi l'esclusione dei condomini e dei privati che sottoscrivono contratti d'appalto di opere e servizi.

  • Sicurezza: Lombardia, Veneto, Emilia le regioni più virtuose nella classifica Accredia di gennaio 2013

    Accredia ha redatto una classifica sulle regioni in cui le aziende rispettano maggiormente le norme sulla salute e sicurezza sul posto di lavoro, basandosi sull'esame dei sistemi di gestione a norma OHSAS 18001:2007 certificati dai 23 organismi accreditati Accredia.
    L'indagine ha innanzitutto fatto emergere l'aumento dell'84% dei sistemi di gestione certificati rispetto al 2011. Al primo posto si trova la Lombardia con 1.238 siti aziendali, poi il Veneto con 848 e l'Emilia Romagna con 804. Agli ultimi tre posti Basilicata, Molise e Valle d'Aosta.
    I settori con maggiori investimenti in salute e sicurezza sono: trasporti e logistica, costruzioni, installazioni di impianti e servizi, produzione e distribuzione di energia elettrica, servizi professionali.
    Nel periodo 2011-2012 si sono registrati invece maggiori incrementi nei settori dell'istruzione, dei servizi, alberghiero e del commercio.
    I dati sono incoraggianti, ma devono stimolare ulteriori aumenti, dal momento che, secondo l'Osservatorio Accredia-Censis su salute e sicurezza sul lavoro dello scorso maggio, le manovre non corrette rappresentano ancora un fattore di rischio di incidenti per l'80% delle imprese prese a campione (1.000), l'esalazione di fumi e gas per il 60% e rumori e vibrazioni per più dell'80% e inoltre che la riduzione delle spese per il controllo dei rischi è ancora un criterio largamente adottato. Molte aziende lamentano inoltre la complessità delle norme sulla sicurezza da attuare.

Pagine