Lavoro e ambiente

-A +A
  • Lavoratori extracomunitari: Consiglio dei ministri, regolamentato l'ingresso per lavoro non stagionale 2012

    Il 6 ottobre 2012 è stato firmato dal presidente del Consiglio dei ministri il decreto del 16 ottobre 2012 sulla Programmazione transitoria dei flussi di ingresso dei lavoratori non comunitari per lavoro non stagionale nel territorio dello Stato per l'anno 2012. Potranno accedere in Italia 13.850 lavoratori stranieri, di cui di cui 2.000 tra imprenditori, liberi professionisti, figure societarie di società non cooperative, artisti di chiara fama), 100 purché di origine italiana e risiedenti in Argentina, Uruguay, Venezuela e Brasile, 10.500 tramite conversione in permessi di soggiorno per lavoro subordinato e 1.250 mediante conversione in permessi di soggiorno per lavoro autonomo.
    Si potrà far domanda per via telematica dalle 9.00 del 7 dicembre 2012 alle 24.00 del 30 giugno 2013, mentre l'applicativo per la precompilazione dei moduli di domanda sarà disponibile a partire dalle 8.00 del 4 dicembre 2012.

  • Sicurezza e salute sul lavoro: INAIL e Federambiente, elaborate nuove linee guida

    Per le aziende interessate all'implementazione di un sistema di gestione della sicurezza e salute INAIL e Federambiente (associazione delle aziende pubbliche dei servizi ambientali e territoriali) hanno elaborato delle nuove linee guida. Il lavoro è frutto di uno studio durato due anni, condotto in collaborazione con CONTARP (Consulenza tecnica accertamento rischi e prevenzione), di alcune aziende e di rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza e della Fondazione Rubes Triva, istituita nel 2010 per promuovere iniziative sul tema, durante il quale i professionisti di CONTARP hanno valutato le condizioni di lavoro e la sicurezza degli operatori addetti a diversi tipi di impianti: discariche, inceneritori, impianti di trattamento meccanico-biologico-chimico di rifiuti solidi urbani e rifiuti speciali, impianti di trattamento rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, depuratori.

  • Multa record per BP pagherà 4,5 miliardi di dollari per il disastro nel Golfo del Messico

    La British Petroleum (BP) ha raggiunto un accordo col dipartimento di Giustizia americano sulla causa penale aperta per il disastro ambientale causato dalla compagnia nel 2010 nel Golfo del Messico. Si tratta della multa più elevata mai pagata negli USA per cause simili: 4,5 mld di dollari.

  • Apprendistato: accordo ministero del Lavoro-regioni sulla certificazione delle competenze acquisite

    Con il decreto 26 settembre 2012 il ministero del Lavoro ha recepito l'accordo Stato-regioni del 19 aprile 2012 per la definizione di un sistema nazionale di certificazione delle competenze acquisite durante l’apprendistato.
    L'accordo verte in particolare sulle definizioni, delineando così un sistema di riferimento per l'applicazione delle norme di certificazione. La competenza viene, per esempio, definita come la: "comprovata capacità di utilizzare i risultati dell'apprendimento (conoscenze, abilità/capacità) in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e personale". Vengono poi individuati i processi di certificazione e le relative fasi e procedure.
    Un aspetto importante è costituito dalla registrazione della certificazione ottenuta sul Libretto formativo del cittadino secondo il modello adottato con decreto del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, di concerto con il ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca del 10 ottobre 2005.

  • Sostenibilità ambientale, a Monza e Varese pali della luce 'smart'

    Su proposta dell'assessore all'Ambiente, Energia, Reti, Sistemi verdi e Paesaggio, Leonardo Salvemini, la Giunta regionale ha approvato un protocollo d'intesa con Enel Sole per la sperimentazione di un nuovo tipo di palo della luce tecnologico, in linea con l'iniziativa 'Smart Cities' lanciata dall'UE per incentivare progetti di sostenibilità urbanistica.
    I nuovi pali della luce offriranno ai cittadini la possibilità di connettersi al web in modalità wi-fi, ricaricare le batterie delle auto elettriche, raccogliere dati ambientali e metereologici e illuminare le città contenendo i consumi e i costi di manutenzione.
    La sperimentazione partirà da Monza e Varese, dove in alcune zone i pali della luce verranno dotati di tecnologia LED ad alta efficienza e dispositivi di videosorveglianza e di telecontrollo per una gestione 'smart' dei guasti, la regolazione del flusso luminoso nelle ore notturne e per garantire sicurezza ai cittadini. Gli impianti ad alta tecnologia consentiranno inoltre di controllare il traffico veicolare e di fornire informazioni utili ai guidatori tramite pannelli a messaggio variabile.

  • Rifiuti: Regione Lombardia-CONAI, protocollo d'intesa per il nuovo programma regionale

    Protocollo d'intesa siglato tra l'assessore regionale al Territorio e Urbanistica di Regione Lombardia, Daniele Belotti, e il responsabile dei rapporti col territorio di CONAI, (Consorzio nazionale imballaggi) in vista della redazione del nuovo programma regionale di gestione dei rifiuti, perfettamente in linea con l'Atto d'indirizzo della nuova programmazione regionale in materia di rifiuti, da poco approvato in Consiglio, e con la normativa nazionale e comunitaria in vigore.
    Le attività oggetto dell'accordo vertono prioritariamente sulla prevenzione della produzione di rifiuti e sul recupero di materia, a partire da un'adeguata analisi del sistema di raccolta degli imballaggi e dal loro riuso, riciclo e recupero. Si preventiva anche uno studio sui costi di gestione dei rifiuti e azioni di promozione di un mercato dei materiali e dei prodotti ricavati dai rifiuti.
    Obiettivo principale, la realizzazione di un sistema organizzativo integrato basato sui principi di efficienza, efficacia, economicità e prossimità.
    Nel protocollo, di durata annuale, viene sancito anche il nuovo ruolo di CONAI nella redazione del programma regionale, nella raccolta, analisi e condivisione dei dati sui flussi dei rifiuti da imballaggio, nella promozione di modalità innovative di recupero e di una cultura della prevenzione e della sostenibilità ambientale.

  • Edilizia: UNI-ITACA, nuova prassi di riferimento per la certificazione di sostenibilità

    ITACA (Istituto per l'innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale) ha siglato un importante protocollo sulla certificazione di sostenibilità ambientale ed energetica delle costruzioni, al fine di unificare la prassi di riferimento esistente. Per questa finalità il protocollo è stato 'convalidato' da UNI, diventando in tal modo un documento paranormativo, ossia un punto di riferimento non vincolante per tutti i soggetti interessati alla materia.
    Il presidente dell'UNI, Piero Torretta, ha spiegato che obiettivo primario è la costruzione di edifici sempre più sostenibili dal punto di vista ambientale e socio-economico e per far ciò è necessaria una legislazione che, pur soddisfacendo tutti gli stakeholder, definisca in modo univoco tutti gli aspetti implicati nel concetto di sostenibilità edilizia.
    La prassi di riferimento UNI-ITACA è in linea con il regolamento europeo 305/2011 sui prodotti da costruzione, approvato dal Parlamento europeo nel gennaio 2011.

  • Inquinamento: Lombardia, fermo dei veicoli inquinanti dal 15 ottobre 2012

    Per tutelare la qualità dell'aria, i veicoli maggiormente inquinanti non potranno più circolare in alcune zone della Lombardia dal lunedì al venerdì, dalle 7.30 alle 19.30, nel periodo 15 ottobre-15 aprile di ogni anno, grazie a una disposizione della Regione Lombardia. Sono interessati al provvedimento gli agglomerati di Milano, Brescia e Bergamo, i capoluoghi di provincia della bassa pianura (Pavia, Lodi, Cremona e Mantova) e i relativi comuni di cintura appartenenti alla zona A, oltre ai comuni extra zona A che abbiano aderito alle misure regionali secondo il "Protocollo di collaborazione delle province lombarde".
    I suddetti veicoli possono comunque circolare lungo le autostrade, le strade di interesse regionale R1, i tratti di collegamento tra autostrade e strade R1 e gli svincoli delle stesse e i tratti di collegamento ai parcheggi in corrispondenza delle stazioni periferiche ferroviarie o dei mezzi pubblici.
    I veicoli esclusi dalla circolazione sono gli Euro 0 benzina non omologati ai sensi della direttiva 91/441/CEE e successive e gli Euro 0, Euro 1, Euro 2 diesel omologati ai sensi della direttiva 91/542/CEE o 96/1/CEE, riga B, oppure delle direttive da 94/12/CEE a 96/69/CE ovvero 98/77/CE. In ogni caso, i comuni non possono più concedere deroghe speciali e personali al di fuori di quelle previste dal provvedimento regionale.
    I controlli sono affidati ai soggetti che svolgono servizi di polizia stradale.
    Clicca qui per conoscere i comuni appartenenti alla zona A e i veicoli esclusi dal provvedimento
     

  • Sicurezza: ministero del Lavoro, nuovi chiarimenti sulle verifiche periodiche delle attrezzature

    Il  ministero del Lavoro ha emanato una circolare che fornisce alcuni chiarimenti sull'applicazione del D.Lgs. n. 81/2008 e del D.M. 11 aprile 2011, introducendo semplificazioni relative alla richiesta di verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro.
    Tra le semplificazioni previste, la possibilità di presentare richieste cumulative per più attrezzature per verifiche successive alla prima, la natura intellettuale del servizio di verifica per cui non è necessaria la redazione del DUVRI, la possibilità di far inoltrare la richiesta di visita periodica di attrezzature noleggiate senza operatore o concesse in uso dal noleggiatore o dal concedente in uso e altre semplificazioni relative alle attrezzature soggette a periodi di inattività e allo spostamento delle attrezzature. Il Ministero ha inoltre introdotto distinzioni tra attrezzature marcate CE e non marcate CE e ha specificato quali attrezzature sono escluse dal campo di applicazione del D.M. 11 Aprile 2011.
    Infine, è stato approvato il Terzo elenco dei soggetti abilitati all'effettuazione delle verifiche periodiche.

  • Viabilità: Como, al via 'Smartfusion' per trasporto merci urbano con mezzi ibridi

    14 partner e 7 nazioni coinvolte in 'Smartfusion', il progetto della Comunità europea per rendere più efficiente la logistica urbana, illustrato alla Camera di commercio di Como alla presenza dell'assessore al Commercio, Turismo e Servizi della Regione Lombardia, Margherita Peroni.
    Como sarà infatti la città italiana in cui verrà sperimentato un nuovo metodo di distribuzione urbana delle merci volto a ridurre traffico e inquinamento. La città è stata scelta per il suo assetto medievale particolarmente bisognoso di una viabilità snella ed ecosostenibile.
    Il clou della sperimentazione verterà su un sistema di monitoraggio remoto per veicoli elettrici e ibridi destinati al trasporto merci, in grado di prevedere i consumi energetici e utilizzare algortimi per la pianificazione delle consegne. Inoltre si pone l'obiettivo di razionalizzare i percorsi tramite sistemi di navigazione avanzata e pone particolare attenzione alle merci pericolose.
    Il progetto terminerà nel marzo 2015 e sarà finanziato dalla CE e da Regione Lombardia.

Pagine